Massimo Varini, il chitarrista italiano più famoso al mondo, esegue “Fratelli d’Italia”

Hits: 11

Lunedì 27 aprile mi sono collegato con Casa Varini durante la diretta del Barone Rosso Solo Flight.

Il “Manuale completo di chitarra” organizzato da Massimo Varini è un boom in tutto il mondo. Lui riceve richieste per tenere seminari Australia, Cina, Germania, Canada, Florida, etc. Almeno centomila chitarristi si sono formati grazie a Massimo. Però Varini, prima di decidere di intraprendere il suo viaggio solitario, è stato anche produttore di Nek, per cui ha composto brani come “Laura non c’è”, “Sei grande”, “Se io non avessi te”, “Se una regola c’è”, “La vita è”. Ha registrato le chitarre in sette album di Mina e tre con Bocelli e vari album di Eros Ramazzotti, Adriano Celentano, Ivano Fossati, Loredana Berté. Sue le chitarre nello storico “La fabbrica di plastica” di Gianluca Grignani. Da sempre collabora con Biagio Antonacci. Massimo Varini ha vinto anche 4 Grammy per l’importante apporto agli album di Laura Pausini a cui è stato dato questo importantissimo riconoscimento. Era sul palco anche del recente tour Pausini-Antonacci.

Ha appena pubblicato ilo libro “Come la pastura per il pescatore e il vento per l’aquilone”.

Fin qui il curriculum. Ora torniamo alla realtà quotidiana. In questo periodo di arresti domiciliari, Massimo con Rossella Zanasi, sua moglie e collaboratrice, fanno delle dirette “Casa Varini”. Ha poi risposto alla richiesta del suo comune, Carpi, di fare un concerto insieme a Rossella, che è anche una bravissima cantante, sul terrazzo del Castello dei Pio, ripreso dal sindaco Alberto Bellelli.

Così Massimo ha raccontato quel concerto solitario alla stampa locale:

“Quello che ho vissuto stasera è stato incredibilmente emozionante. In questa piazza ho passato i miei anni da “teenager” facendo le vasche avanti e indietro con i miei amici. Alcuni di quegli amici hanno perso la casa col terremoto, alcuni li ha portati via il “brutto male”. In questa piazza ho vissuto un forte terremoto nel 1985, proprio mentre “facevo una vasca” con i miei amici, passando sotto l’orologio. Oggi, sul terrazzo del Castello dei Pio ho suonato la canzone “When the Castles Crumbled”, scritta nelle notti insonni dopo il terremoto del 2012 e una specie di cerchio si è chiuso, così come nei miei occhi chiusi rivedevo e rivivevo tutto. Ho trattenuto le lacrime. Suonare in questo modo è veramente un’emozione forte e farlo con Ross è speciale”

Durante quel concerto per una piazza deserta, Massimo ha eseguito anche “Fratelli d’Italia”, che mi ha raccontato durante il collegamento.

Quando finirà questa cosa assurda che stiamo vivendo, Massimo tornerà al Barone Rosso con la sua chitarra, rigorosamente accodata a 432htz, per farci stare bene.

www.redronnie.tv

L’articolo Massimo Varini, il chitarrista italiano più famoso al mondo, esegue “Fratelli d’Italia” proviene da Optimagazine: ultime news, video e notizie italiane e dal mondo.

Condividi l'articolo:

Il post completo lo puoi leggere optimagazine