Podcast

Hits: 101

I podcast di musica

Accordi e disaccordi

Il titolo, preso in prestito da Woody Allen, si riferisce al dibattito intorno all’interpretazione musicale in ambito classico. La valutazione di una novità discografica passa attraverso il confronto guidato con altre interpretazioni, spesso tratte da registrazioni di riferimento. Ogni puntata si conclude con una strizzata d’occhio: l’ascolto della “traccia peggiore della settimana”.

Anime salve

Un programma presentato da chi la musica la ama, la suona, la scrive. Cantautori e musicisti italiani noti e meno noti si raccontano, senza filtri, in un percorso che dalla loro intimità di ascoltatori ci accompagna dentro la magia della musica vissuta e creata.

Babilonia

Un invito a viaggiare senza bussola nel mare magnum della musica d’ogni tempo e d’ogni luogo, a bordo di un’arca radiofonica guidata da due timonieri onnivori e tenacemente curiosi, con un ospite che non si limita a raccontare il proprio universo sonoro ma commenta d’istinto tutti gli ascolti proposti dal programma.

Birdland

Il salottino del jazz di Rete Due propone ogni settimana un approfondimento, in più puntate dedicato, alla storia e alla cultura della musica afroamericana. Singoli artisti, movimenti, ambiti geografici, strumenti o stili particolari, vengono illustrati dagli ascolti scelti con cura e dai preziosi commenti, affidati a riconosciuti esperti della materia.

Canzoni sopra il rigo

Andate in onda tra il 1994 e il 2008, le “Canzoni sopra il rigo” hanno esplorato territori musicali periferici, discosti e per nulla scontati grazie alla collaborazione di voci come quella dell’etnomusicologo Roberto Leydi, quella di Michele Luciano Straniero, fondatore del gruppo Cantacronache, o ancora quella del cantautore e critico musicale Leoncarlo Settimelli. Ricorrendo alle teche delle RSI, la Rete Due ri-diffonde durante le domeniche di Passatempo alcune delle puntate di Canzoni sopra il rigo, selezionate all’interno del corpus degli oltre seicento episodi trasmessi sulle onde svizzero italiane.

Chillypop

Il programma di musica d’atmosfera di Rete Uno, i suoni della  musica Chillout e Lounge,  che si incontrano nelle loro sfumature con i colori e le suggestioni del soul, della Bossa Nova e dello Swing, per vivere l’estate di Rete Uno anche con sfumature rilassanti o energizzanti, che invitano al buon tempo, da trascorrere in compagnia quando la giornata sta per terminare.

A cura di Raniero Madera

Clandestini per scelta

Si fa presto a dire “musica indipendente”, ma di cosa si tratta? È un universo assai variegato, un dedalo di modi, stili e stilemi, di generi ed approcci originali al fare musica. Molti gioielli d’invenzione sonora si nascondono troppo spesso alle nostre orecchie, clandestini per scelta in attesa di essere scoperti dall’ascoltatore più curioso e smaliziato. Tesori emersi dal passato, sperimentazioni del presente e curiosità senza tempo. Ovvero, ciò che si agita settimanalmente ai margini del mercato discografico.

Dal Cantagiro a Woodstock

Dal Cantagiro a Woodstock, da Mal ai Pink Floyd, la fioritura melodica della canzone italiana, la British Invasion, la psichedelia, la black music. L’Italia, l’Europa e gli Stati Uniti e la loro produzione musicale del 1969. Una storia di musica anni 60 70.

Emozioni

Emozioni, prende spunto da un brano celebre di Lucio Battisti.  Il titolo evoca qualcosa di consolidato nella musica, di indiscutibilmente chiaro: le emozioni sono le chiavi della musica, dell’arte. Evoca anche poesia, che va di pari passo con questo genere musicale, che ha il requisito della comprensione del testo, dunque il coinvolgimento emotivo diretto, soprattutto se raccontata. Un po’ come se quest’ora fosse il passaggio di un vecchio giradischi, che regala musica italiana e sogni per chi avrà la curiosità di fermarsi ad ascoltarlo.

Groovin’

La musica nera a 360°: soul, funk, r&b, hip-hop, reggae e blues, con la mitica Mary Birch.

I love Radio Rock

Il Mangiadischi

Vintage, musica di pancia, rastamanni, rapper, rude boys e modettes – Amanti del vintage, della musica di pancia e sfegatati del vinile, rastamanni, rapper, rude boys e modettes: siete tutti invitati ad un’abbuffata di buona musica. Ogni martedì sera dalle 20.00 con la specialissima e curatissima playlist de “Il Mangiadischi”, condotto da Luka Rude Boy e Tom Siddh Rastaman. L’enciclopedia radiofonica del rock in tutte le sue sfaccettature che non può mancare nella vostra discoteca personale con “monografie” dedicate agli artisti e ai gruppi più importanti della storia del rock. Dal glam-rock alla psichedelia, dai Rolling Stones a misconosciuti artisti: le storie del rock raccontate da DJ Monnezza.

Le radici, le ali

Un viaggio sull’orbe terracqueo e perché no anche nel tempo lungo traiettorie  sonore che affondano le proprie radici nella tradizione, nel territorio, nella cultura di un popolo ma che possono spiccare il volo  sulle ali  della contaminazione, della modernità, del presente attraverso la forma canzone. A cura di Gianluca Verga e Julien Carton.

Onda Rock

Podcast per tutte le orecchie

Pop up

Il programma di Rete Tre dedicato al mondo della musica a 360 gradi.  Ogni sabato pomeriggio dalle 15.00, vi presentiamo le novità discografiche più interessanti della settimana, interviste ad artisti famosi o emergenti, notizie dal mondo delle sette note, senza dimenticare le segnalazioni ai concerti e tanto altro ancora, gossip musicale compreso! 

Raffa Radio

L’Ora del Vinile

Rai Radio Rai Ritratti

Il rock si racconta attraverso i suoi protagonisti e le sue storie più memorabili

Sigillo D’autore

Dieci caratteri della canzone italiana. Un percorso tra i decenni della canzone italiana che non vuole essere una storia coerente o addirittura esaustiva, anche perché sarebbe impossibile in sole dieci puntate. Guidati dall’esperienza di un raffinato esperto della materia, Roberto Caselli, che lo scorso anno ha pubblicato per Hoepli una bella e ricca “Storia della canzone italiana”, esploreremo una galleria di protagonisti del miglior cantautorato uniti da un carattere, da un’indole espressiva o da influenze musicali comuni. Scopriremo così alcuni grandi “dimenticati” della canzone accanto ad altri che, al contrario, sono da sempre celebrati anche dal grande pubblico.

Summer of love

Dal titolo che internazionalmente si è data, la “Summer of Love” sembra un lungo meeting estivo di giovani multicolori sotto il sole della California. Ma proprio così non è stato. In quella estate di cinquant’anni fa vennero alla luce tutte le contraddizioni dell’America: da quella politica nazionale ed internazionale (guerra in Vietnam) a quella sociale (problema razziale), da quella culturale a quella generazionale. In quella estate tutto ciò fece sia da causa che da effetto, in un Paese stanco di una guerra che non capiva, di scontri razziali, di menzogne e ipocrisie. E il detonatore fu la consapevolezza di una generazione che voleva dare una sua risposta a tutto, ivi compreso il celebrato consumismo dei primi Anni 60, e lo fece con tutti i mezzi espressivi che aveva a disposizione: “…fu un periodo insolitamente piovoso, ma fu anche uno splendido spartiacque per la storia sociale della gioventù occidentale, e posso affermare che in quei giorni successe qualcosa di grandioso, qualcosa che ancor oggi proietta una luce rosa su molte vite…” – Derek Taylor.

Radio Techete’

I podcast di Radio rai….

Vinyl Night

Vinyl Nights è più di un podcast, è un viaggio nel tempo, un’immersione negli ambienti e nelle atmosfere che hanno ispirato i vinili leggendari della storia della musica: guidati dalla voce di Roger Mantovani/Memphis, ogni settimana siamo pronti a entrare nei solchi dei dischi che hanno scolpito il nostro immaginario, per scoprire storie nascoste, retroscena e aneddoti indimenticabili e incontrare gli artisti e i produttori che hanno segnato un’epoca.

Voci d’autore

error

Iscriviti sui nostri canali